BNP AM

L’investimento sostenibile per un mondo che cambia

In uno scenario d’investimento carico di sfide – dall’aumento dei tassi d’interesse a un possibile rallentamento economico globale – gli immobili quotati in borsa presentano caratteristiche vantaggiose, come flussi di cassa che resistono all’inflazione e una migliore liquidità rispetto alle attività legate all’economia reale. Ecco perché i titoli immobiliari quotati sono un’ottima fonte di diversificazione dei portafogli, capace di offrire agli investitori interessanti rendimenti rettificati per il rischio in un’ottica di lungo periodo.

Ascolta questo podcast Talking heads con i gestori di portafoglio Claire Mehu e Anne Froideval che discutono con il chief market strategist Daniel Morris dei meriti di questa asset class. Nel lungo termine, gli immobili quotati hanno una correlazione piuttosto limitata alle azioni del mercato in generale. Altri importanti vantaggi sono la prospettiva di un’offerta contenuta in un mercato già teso e un incremento del valore derivante da un quadro normativo che punta alla sostenibilità degli edifici.

È possibile ascoltare o abbonarsi ai podasct Talking heads anche su YouTube.

I nostri podcast Talking heads forniscono agli investitori panoramiche dettagliate su argomenti rilevanti, analisi degli scenari mondiali e dei mercati attraverso la lente della sostenibilità e interviste di alto profilo con esperti degli investimenti.

Disclaimer

Si prega di notare che gli articoli possono contenere termini tecnici. Per questo motivo potrebbero non essere adatti ad un lettore senza esperienza professionale in materia di investimenti. Qualsiasi opinione qui espressa è quella degli autori alla data di pubblicazione, si basa sulle informazioni disponibili e può essere modificata senza preavviso. I singoli team di gestione del portafoglio possono avere opinioni diverse e prendere decisioni di investimento diverse per i diversi clienti. Il valore degli investimenti e il rendimento da essi generato possono aumentare o diminuire ed è possibile che gli investitori non recuperino l’importo originariamente investito. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. L’investimento nei mercati emergenti o in settori specializzati o ristretti può presentare una volatilità superiore alla media, a causa di una forte concentrazione, di maggiori incertezze dovuta alla minore quantità di informazioni disponibili, alla minore liquidità o alla maggiore sensibilità ai cambiamenti delle condizioni di mercato (sociali, politiche ed economiche). Alcuni mercati emergenti offrono meno sicurezza della maggior parte dei mercati sviluppati internazionali. Per questo motivo, i servizi per le operazioni di portafoglio, la liquidazione e la conservazione per conto dei fondi investiti nei mercati emergenti possono comportare maggiori rischi.

Approfondimenti correlati

Weekly market update – Gli apprensivi hanno ragione?
Weekly investment update – La credibilità della Fed e l’aumento dei tassi di 100 pb
Weekly investment update – Postumi del 4 luglio